“Mai sottovalutare questi fatti. La vigliaccheria di un atto di vandalismo condotto nottetempo può rapidamente portare a ben di peggio. Tutte le Farmacie Comunali italiane si uniscono ai colleghi mantovani della nostra consociata Asep, ma al tempo stesso chiedono che si risponda con severità a queste vere e proprie minacce”: questo il commento del presidente di Assofarm Venanzio Gizzi alla notizia di quanto avvenuto alla Farmacia Comunale di Mottella.

Come riportato dalla stampa locale, nella notte tra il 29 e il 30 gennaio scorsi qualcuno ha imbrattato l’ingresso antistante la farmacia comunale alle porte di Mantova, firmando   la scritta “I VAX UCCIDONO” con la W rossa, simbolo del pensiero e del credo contro la politica vaccinale.

 “Non vorrei che atti simili fossero confusi con la libertà di pensiero e di parola – continua Gizzi –  Un conto è poter esprimere le proprie opinioni in un dibattito pubblico, un conto è farlo di nascosto, con parole pesanti e modi che hanno un ché di intimidatorio. Tutto ciò va condannato e perseguito, ma tutto ciò non fermerà il nostro lavoro, a fianco della scienza e della maggioranza dei cittadini che crede non solo nei vaccini ma anche in una società aperta al libero confronto delle idee”